C'era una volta un ragazzo come te e me che aveva un sogno. Spesso i sogni non si avverano, ma il ragazzo con pazienza e tenacia è riuscito nel suo intento.

La favola del ragazzo… una storia di Natale

C‘era una volta un ragazzo.

Dopo due anni di esperienza vissuta da piccolo imprenditore è arrivato il momento della resa dei conti.

Tanto è andato bene, tanto non proprio come aveva pianificato.

Era già in forse sul proseguire l’avventura, finché la vita li ha aiutato a prendere la decisione.

Una fonte di guadagno che li aveva dato sicurezza, tutta ad un tratto è svanita nel nulla.

Dopo un momento di panico, e grazie alla fortuna da sempre sua complice, ha conosciuto un gioielliere.

Questo gioielliere era in città per tenere una mostra dei suoi preziosi opali bellissimi e unici al mondo.

E aveva bisogno di qualcuno che andasse avanti e dietro con un cartello di pubblicità della mostra.

Visto che il ragazzo li era simpatico i due si sono messi d’accordo e il ragazzo faceva pubblicità per lui.

Era un lavoro più faticoso del previsto, non per il cartello, ma per il semplice fatto di camminare avanti e dietro.

Devi sapere che il ragazzo ogni giorno andava avanti e indietro per cinque ore e mezzo, di cui mezz’ora di pausa pranzo.

Ma il ragazzo non si lamentò mai, anche perché il gioielliere e sua moglie erano persone d’oro con un grande cuore.

Non solo è nata una piccola amicizia, il ragazzo con l’impegno e la perseveranza è riuscito a superare il buio momento.

Con i soldi guadagnati è riuscito a ritrovare un po’ di tranquillità e pace.

E alla fine delle tre settimane, è pure riuscito a trovare un nuovo posto di lavoro.

A malincuore ha chiuso la sua attività, ringraziando dio per tutte le esperienze che aveva fatto in questi due anni.

Era triste si, ma a volte ci sono dei cambi di direzione necessari, per poter proseguire.


Naturalmente non era facile doversi riadattare alla vita da impiegato.

Ma presto avrebbe capito, che questa scelta era più che azzeccata, e soprattutto era presa nel momento migliore.

Col passare dei mesi purtroppo non tutto era roseo come pensava all’inizio.

Infatti sono nati i primi problemi, quando ha scoperto che c’erano delle faide all’interno.

E non solo, c’era un netto distanziamento tra i reparti e tanta invidia e malumore.

Il ragazzo si era schierato dal lato meno fortunato, praticamente dal lato debole.

Li c’erano delle persone con cui si è trovato bene da subito, e con i quali ha stretto anche amicizia.

Dall’altra parte c’è stato un litigio con una collega, che era totalmente inutile, perché colpa di un malinteso.

Questo litigio, lo scoprirà poi in futuro, sarà importantissimo per il proseguire in quell’azienda.

Il ragazzo da adulto ha chiarito l’equivoco, e si è pure scusato con la collega, spiegandoli il suo lato del vissuto.

Ma come sappiamo tutti, se qualcosa è rotto, è difficile rimetterlo a posto.

Così la situazione non è migliorata, anzi.

Tuttavia già in quel momento il ragazzo ha cominciato ad avere dei dubbi sul voler restare in quell’azienda.

Poi è arrivato il momento che nessuno avrebbe mai previsto.

Panico totale in tutto il mondo per colpa di un’epidemia.

Meno male che il ragazzo lavorava per una ditta di tecnologia per privati e aziende.

Così ben presto tutti i dipendenti hanno avuto la possibilità di lavorare direttamente da casa.

Anche lui naturalmente, e intanto aveva ritrovato una serenità che prima li mancava.

È stato proprio in quel periodo che è sbocciato il suo nuovo amore: la sua nuova visione.

Infatti non tutto era negativo in quel periodo buio di paura e incertezza.

Si è ricordato perché aveva scelto di essere imprenditore, e ha cominciato a pianificare un futuro nuovo.

È stato in quel periodo che ha deciso di volersi nuovamente dedicare ad aiutare il prossimo.

Infatti proprio quel periodo ha fatto capire al mondo l’importanza della salute, e di quanto sono fragili le nostre sicurezze.

Il destino ha nuovamente influenzato l’andamento della vita del ragazzo quando l’ultimo venerdì di marzo li è arrivata una telefonata.

In quei pochi minuti al ragazzo li è crollato nuovamente il mondo addosso.

Non solo il suo titolare li ha detto che non rinnoverà il suo contratto, li ha anche detto che la colpa era anche sua.

Per il semplice fatto che chi non era dalla sua parte prima, lo ha anche accusato di non volersi integrare nell’azienda.

È stato un momento davvero difficile, anche perché quasi tutte le ditte erano in difficoltà in quel periodo.

Per non parlare del fatto che non si sapeva fino a quando la situazione globale si sarebbe rimessa a posto.

Per due mesi e mezzo ha ricevuto solo disdette alle tantissime richieste di lavoro che aveva mandato.

Capirai che il ragazzo era abbastanza demoralizzato in quel periodo.

Finche poi un bel giorno ha avuto la possibilità di fare un colloquio in una piccola azienda locale.

Nel frattempo anche l’epidemia era considerata superata, e finalmente c’era luce alla fine del tunnel.

Il ragazzo ce l’aveva fatta: ha trovato un nuovo lavoro e nuove sicurezze.

Il giorno del suo onomastico, a fine giugno ha cominciato la sua nuova avventura.

Forte della nuova sicurezza, ha ripreso in mano la sua vita e ha ricominciato nuovamente a lavorare alla sua visione.

Aiutare le persone a vivere meglio e raggiungere i propri sogni.


In questo periodo ha cominciato ad esaudire uno dei suoi sogni nascosti: scrivere.

Scrivere è un dono che lo ha accompagnato per tutta la vita, ma fino a quel momento lo aveva ignorato.

Adorava leggere testi di persone che si sono devoti ad aiutare il prossimo.

E voleva farlo anche lui

All’inizio aveva paura, e si basava più su argomenti che aveva imparato negli anni prima.

Poi pian piano ha cominciato ad aprirsi, e infondere la propria personalità nei suoi testi.

Attraverso le parole è riuscito ad esprimere le proprie idee e i propri pensieri.

Scrivere per lui è diventato un modo per infondere forza e coraggio ai suoi lettori.

E con ogni nuovo articolo ha reso leggero un argomento che per altri poteva essere ritenuto pesante.

Il bello di oggi e di internet è che di argomenti ce ne sono a migliaia.

Salute, bellezza e i valori umani più importanti e ciò di cui ama parlare.

Nel frattempo anche il lavoro ha dato i suoi primi frutti, e proprio prima di natale li ha fatto un bel regalo.

Non solo il suo impegno è stato valorizzato per bene, anche la sua vita è migliorata notevolmente.

All’inizio del nuovo anno il suo amore per la scrittura li ha portato persone che volevano lavorare con lui.

Grazie ai successi che ha ottenuto con loro, ben presto si sono aggiunte centinaia di persone interessate al suo aiuto.

Nell’arco della prima metà dell’anno è riuscito ad esaudire il suo desiderio di poter aiutare il prossimo.

Ben presto ha creato un brand intorno al suo nome, e alla sua attività.

Così non solo è riuscito a poter vivere il suo sogno e la sua visione.

Finalmente ha realizzato il suo sogno di vivere in pace e tranquillità in un bellissimo appartamento vicino ai suoi cari.

E poi un bel giorno d’estate ha incontrato lei, il suo nuovo amore della vita.

Il ragazzo è riuscito a coronare il sogno della sua vita, e vivere in serenità tanti anni ancora.


Anche tu puoi esaudire i tuoi desideri, e vivere la vita che hai sempre sognato!

Per farlo di servono fokus, coraggio, speranza, passione ed indicazioni.

Ti auguro un felice Natale e buone feste

A presto

Peter


L’articolo ha contribuito valore alla tua vita?

Spero di sì!
Ogni settimana m’impegno con tutto il mio cuore a darti consigli e strategie per migliorare la qualità del tuo lavoro, e per crearti la vita che hai sempre sognato.

Vuoi condividere quest’articolo, perché ami condividere valore?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su