lode-alle-donne-peter-tomasi

Per salvare la terra abbiamo bisogno di più donne

 

Benvenuto caro lettore e cara lettrice, sono passati quasi tre anni ormai, da quel fatidico giorno nero quando il mio matrimonio è fallito.

Tre anni in cui ho vissuto tantissimi alti, e tantissimi bassi, ma ci sono riuscito: non nutro più odio o rancore verso la mia ex-moglie che mi ha lasciato, anzi.

Oggi le sono grato, perchè entrambi eravamo profondamente infelici, e pure i nostri bambini ne soffrivano tantissimo.

Lei mi ha fatto un regalo: una seconda possibilità di rifarmi una vita, e rimboccandomi le maniche sono riuscito a trovare pace e serenità nella mia vita.

Non voglio dilungarmi troppo, se ti interessa la mia storia personale, la trovi qui.

Ho deciso di aiutare separati e/o divorziati a superare il momento buio e ritornare a vivere una nuova vita a 360 gradi.

Per farlo uso questo magnifico strumento dove posso aiutarti raccontandoti le mie lezioni di vita, ok direi che possiamo partire ;-D

Oggi voglio rivelarti un mio segreto: negli ultimi mesi ho vissuto momenti molto bui

Avevo dei seri problemi personali che mi hanno portato a vivere in costante pressione, malumore e soprattutto hanno influenzato moltissimo la mia salute.

Per fortuna proprio nel momento più buio ho ricevuto anch’io un piccolo raggio di sole che mi ha dato la forza di reagire.

Ho cambiato finalmente casa, e ho tagliato i fili con la persona che era la fonte dei miei problemi.

Queste persone io le chiamo vampiri energetici e morali

 

Sicuramente ti sarà già capitato, o conosci qualcuno a cui è capitato.
A volte si hanno nel proprio mondo persone che al posto di volere il tuo bene, vogliono star bene loro facendo male a te.

Ecco questo è quello che mi è successo.

Oggi che sono passati tre mesi ho la forza e il coraggio di scrivere su un tema che mi ha turbato moltissimo: pressione emotiva.

Una “malattia” che normalmente affligge molto di più donne che uomini.
A a meno che l’uomo non è il classico “uomo duro” che controlla tutto, anche la sua donna.

Noi uomini siamo sempre stati il sesso forte in natura.
Le donne avevano il ruolo di badare alla famiglia, e tutto era definito in modo ben preciso.

Quando poi l’uomo ha scoperto di essere più forte della donna grazie alla violenza e la soppressione per millenni ha imposto il suo ruolo.

Finché un bel giorno il cervello della donna si è evoluto.
E una donna coraggiosa ha preso la decisione che questa era di sottomissione delle donne deve finire.

Da lì in poi anno dopo anno sempre di più donne in tutto il mondo hanno cominciato ad uscire dal loro guscio.

Basta con il classico modello l’uomo porta a casa da mangiare, e la donna accudisce bambini e casa.
E basta che l’uomo fa quel che vuole e la donna sta a casa brava brava.

La donna ha cominciato a volere di più, e col passare del tempo questo singolo pensiero è diventato un sinonimo nuovo: femminismo.

 

Con il termine femminismo si indica:

  1. la posizione o atteggiamento di chi sostiene la parità politica, sociale ed economica tra i sessi. Sia in ragione del fatto che le donne siano state e siano, in varie misure, discriminate rispetto agli uomini e ad essi subordinate;
  2. la convinzione che il sesso biologico non dovrebbe essere un fattore predeterminante che modella l’identità sociale o i diritti sociopolitici o economici della persona;
  3. il movimento politico, culturale e sociale, nato storicamente durante l’Ottocento, che ha rivendicato e rivendica pari diritti e dignità tra donne e uomini. E che, in vari modi, si interessa alla comprensione delle dinamiche di oppressione di genere.

 

Lo sapevi che Olympe de Gouges, è considerata la prima “femminista” storica?

Nel lontanissimo 1791 ha avuto il coraggio di pubblicare la “Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina“
Ha avuto il coraggio di dichiarare e richiedere l’uguaglianza politica e sociale tra uomo e donna.

Sai com’è stata ringraziata? Con la ghigliottina!

Tuttavia anche per questo è diventata simbolo per migliaia di donne in tutto il mondo.
Da li in poi tantissime cose sono cambiate fino ad arrivare alla famigerata #metoo di poco tempo fa.

Non voglio dilungarmi troppo nel discorso che termino qui.

Se ti va di approfondire l’argomento leggi qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Femminismo#Storia

 

Negli ultimi 200 anni sempre più donne non volevano più vivere la vita da schiava senza diritti e senza possibilità contro i loro mariti.

La vita e il nostro pianeta sono nello stato attuale perché l’uomo può essere corrotto facilmente.
Basta la giusta quantità di soldi, potere, fama o dal suo voler sempre di più.

E questo le donne l’hanno capito.
Infatti uno dei motivi per cui le donne sono riuscite a diventare più indipendenti è grazie all’intelligenza.

Noi uomini usiamo più l’istinto e nostri muscoli per avere quello che vogliamo.
Le donne invece usano il cervello, e i lati emotivi per raggiungere gli obiettivi.

E questo gli uomini lo sapevano, e naturalmente temevano.
basta pensare al medioevo quando donne che erano capaci di capire come funziona la scienza e la chimica, sono state chiamate streghe.

E perché?

Perché il cervello degli uomini ha visto il potere che la conoscenza può portare senza capire come.
E una delle paure più grandi di tutti è perdere qualcosa di prezioso, in questo esempio il potere.

Innegabile il fatto che l’uomo di quei tempi temeva tutto quello che non poteva essere spiegato al povero cervello medievale, ovvio no? 😀

Mentre l’uomo pensava di essere il centro dell’universo, erano le donne che in loro assenza hanno costruito i primi veri social: le comunità.

In mancanza di una protezione adeguata contro barbari o animali le donne si sono unite creando legami fortissimi e amicizie da proteggersi a vicenda.

Il grande vantaggio di voi donne è proprio l’empatia che vi rende speciali, cosa abbastanza rara negli uomini.

A noi fin da piccolo vien detto “devi essere forte, devi farti valere, devi essere coraggioso, devi essere un duro ecc. ecc.”

Non c’è da meravigliarsi che spesso ci sono uomini talmente pieni di sé ed egoisti.

 

Ti rivelo una verità, fin da piccolo ho fatto una fatica bestia ad accettare questo ruolo che mi è stato imposto

Mi ricordo che da adolescente ero sempre un po‘ diverso dagli altri maschi, ero timido, avevo poca autostima e non ero in grado di difendermi.

Ma ciononostante ho sempre detto che non voglio diventare come la maggior parte degli uomini, volevo essere diverso perché mi sentivo di essere diverso.

Sono cresciuto con due ragazzi dalla mia età, persone buonissime, però in caso di problemi non c’era affidamento su di loro.

Quando poi ho conosciuto la mia prima fidanzata loro per invidia mi hanno fatto un bel dispetto:
mi avevano mandato una lettera in nome suo con scritto che non mi amava.

Pensa alla faccia che ho fatto quando l’ho letta, meno male che la mia ragazza mi ha confermato che non l’ha scritta lei.

Mi ricordo che avevo una rabbia in corpo mai provata prima di allora, come facevano i miei cosiddetti amici ad essere invidiosi a tal punto?

Morale della favola per paura di perdere loro, un paio di mesi dopo ho mollato lei per passare di nuovo più tempo con loro.

Che stupido che ero…

 

Erano i tempi delle superiori e già li avevo capito di andare molto più d’accordo con le ragazze, che con i ragazzi della mia età.

In 4a superiore ho conosciuto una ragazza fantastica e siamo diventati subito buonissimi amici, ed è pure diventata la mia prima migliore amica.

Il bello era che avevo trovato una fonte preziosissima che mi poteva aiutare in caso di bisogno.
Chi meglio di una donna conosce una donna no?

Ho avuto la fortuna di essere un ragazzo bello, e non avevo particolare difficoltà nel trovare una ragazza a cui piacevo.

Spesso sono anche stato invidiato da chi non aveva la mia fortuna e spesso mi hanno chiesto perché non sfruttavo questo potere a mio favore.

E la mia risposta era sempre la stessa: perché non voglio essere così, non era giusto.

Tantissime facce incredule mi hanno guardato sentendo la mia risposta.

Io volevo fare le cose fatte bene, volevo trovare una ragazza della quale innamorarmi e stare bene insieme, anche se era tutt’altro che facile.

Naturalmente ero anche ingenuo da giovane, e spesso e volentieri ero io quello con il cuore infranto 😉

Dai 16-18 mi sono innamorato soltanto tre volte, e ogni volta ero io quello che alla fine soffriva di più, che ironia.

 

Ma lasciamo questo argomento, ero sempre affascinato dal fatto come una donna riesce a creare legami.

Ti spiego: dopo la maturità ho cominciato a fare esperienze lavorative in vari campi per capire meglio dove sono i miei punti forti.

E li ho scoperto che ero portato ai lavori che avevano a che fare con le persone.

Ho capito che fare del bene agli altri mi rendeva felice.

Così ho fatto e così faccio ancora oggi che 10 giorni prima dal mio 40esimo compleanno.

Quello che è cambiato in questi anni è la mia specializzazione: vent’anni fa mi limitavo a cercare la soluzione in un piccolo campo specifico.

Oggi invece ho la possibilità non solo di poter proporre qualcosa che da valore, no la situazione è cambiata radicalmente.

Negli ultimi 20 anni ho maturato l’esperienza di poter contribuire a migliorare la vita a 360 gradi a chi mi da la fiducia e un po‘ di pazienza.

Ho capito il valore dei legami e sono riuscito a creare qualcosa che va ben oltre il semplice esaudire una semplice necessità.

Creando il mio sito internet e il mio blog voglio darti la possibilità di riflettere sulla tua vita.
E se vorrai cambiare sia il tuo futuro personale, che quello delle persone a cui tieni.

La vita di tutti noi è cambiata radicalmente dopo l’ultimo anno passato.
E anche se tanti dicono il contrario, io credo che tutto quello che abbiamo vissuto era necessario.

Non fraintendermi, mi dispiace per tutte le persone che hanno sofferto o hanno avuto dei lutti.
Ma ricorda sempre che la tua vita è una bilancia.

A volte un lato sarà più pesante, e a volte l’altro.

È come il famoso Ying e Yang, buono e cattivo ecc.

Tutti noi abbiamo bisogno sia di luce che di oscurità nella nostra vita.
E io personalmente ho fatto l’esperienza che è grazie ai momenti bui che impariamo molto di più.

Ogni volta che soffri, sei costretta a trovare un modo per andare avanti, e questo ti ha reso più forte.

Solo cadendo, hai avuto la possibilità di capire i tuoi errori, e poi ti sei alzata con determinazione e convinzione di voler migliorare.

Tu stai leggendo queste righe perché sei arrivata ad un bivio nella tua vita…
perché c’è qualcosa che manca e perché sai che in futuro vuoi vivere una vita migliore.

Ogni pensiero del tuo passato ha portato a decisioni che ti hanno portato ad essere la persona che sei oggi, nel bene e nel male.

 

Ti offro la possibilità di modellare il tuo futuro con i pensieri e le azioni che farai da oggi in poi.

Ricorda però:

pensare di raggiungere risultati diversi agendo nello stesso modo è il modo perfetto per fallire.

Per avere una vita migliore, dovrai pensare, ragionare ed agire diversamente da ora in poi.

Questo è il segreto del successo.

Posso essere la tua guida se sei pronta a darmi la tua fiducia.

CLICCA QUI per scrivere una nuova pagina del libro della tua vita

 

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo prezioso

Sei una donna speciale, meriti di più!

Alla prossima, con affetto

Peter

 

CLICCA QUI per scrivere una nuova pagina del libro della tua vita

L’articolo ha contribuito valore alla tua vita?

Spero di sì!
Ogni settimana m’impegno con tutto il mio cuore a darti consigli e strategie per migliorare la qualità del tuo lavoro, e per crearti la vita che hai sempre sognato.

Vuoi condividere quest’articolo, perché ami condividere valore?

 

Kommentar verfassen

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert

Scroll to Top